Sicuri di essere Insicuri. E viceversa. (Ilvo Diamanti – Festival della Mente, Sarzana)

Sabato sono andata al Festival della Mente di Sarzana per ascoltare una conferenza di Ilvo Diamanti sulle tematiche della sicurezza e della sua percezione; tenuto conto che per me sono argomenti stra-noti è stato abbastanza interessante, e così ho pensato di scrivere qualcosa per voi.

L’insicurezza è la conseguenza della centralità del tema securitario.

Per Diamanti la sicurezza e l’insicurezza sono fondamentalmente processi creativi – cioè costruzioni sociali – la cui definizione non rimane fissa nel tempo ma cambia a seconda del periodo storico e del significato che assumono per le persone.

Così se la sicurezza prima degli anni novanta era legata al lavoro, al futuro e alla comunità oggi si è individualizzata e presentificata, incarnandosi esclusivamente nei problemi della criminalità e dell’immigrazione. E’ dettata dalla percezione personale più che da quella sociale, riguarda solo la dimensione individuale e presente.

Quali possono essere i motivi di questo slittamento?

Sicuramente non un aumento reale del rischio dell’incolumità fisica dei cittadini: non cresce l’insicurezza personale ma la sua percezione.

Una risposta può essere quella politico-mediatica, ovvero la televisione e più in generale i media alimentano cicli di insicurezza e paura (soprattutto nel periodo della campagna elettorale) in una determinata fascia di cittadini-elettori: le persone sole, le donne, le casalinghe e gli anziani.

In questo modo la paura spingerebbe a votare per gli schieramenti di destra, tradizionalmente forniti di una sensibilità maggiore per i temi securitari.

L’effetto di agenda-setting quindi spingerebbe i cittadini a considerare più rilevanti i temi maggiormente trattati dai media; nello specifico l’attenzione all’insicurezza porterebbe a considerare più importante questo tema e a votare per quegli schieramenti a cui questo è legato.

Diamanti però considera giustamente il fatto che i media hanno criteri autonomi per scegliere la rilevanza delle notizie: è vero che la destra preme per imporre il tema securitario ma è anche la moderna logica dei media che spinge per la selezione di notizie che le possano in primo luogo portare profitti.

Un’altra risposta è quella per cui è la globalizzazione, annullamento spazio-temporale, che ci rende insicuri. E’ finito il tempo in cui avevamo il beneficio dell’ignoranza, c’è uno squilibrio tra le molteplici e globali fonti di angoscia e la nostra scarsa capacità di controllarle.

Come scarsa è la capacità di controllo delle politiche pubbliche nazionali. Gli stati nazionali hanno a che fare con problemi globali, allora le paure vengono inventate e catalizzate sull’ Altro.

E’ facile che l’Altro faccia paura, come è facile “neutralizzarlo” e sentirci più sicuri. Scegliamo di temere qualcosa che è facile controllare. Le politiche securitarie hanno questa doppia funzione, ci rassicurano e ci spaventano in un circolo vizioso senza fine.

La militarizzazione, la videosorveglianza… Sono dispositivi che rimuovono e moltiplicano al contempo la paura.

La tesi fondamentale di Diamanti è quindi che abbiamo bisogno di insicurezza per sentirci sicuri.

E questo conferma il carattere di costruzione sociale che questi fenomeni hanno nella nostra società, costruzione creata sì dalle persone ma sempre più spesso da imprenditori della paura che cercano con questa di ottenere consenso.

L’insicurezza è quindi una sorta di lato oscuro, un bisogno inespresso, latente e represso che ci può infine portare a sentirci sicuri.

La speranza di Diamanti è quella di tornare ad una sicurezza sociale, ma i più pessimisti (come me) non vedono prospettive politiche che possano realisticamente portare a questo obiettivo…

Annunci

~ di panopticalsociety su settembre 7, 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: